C’è un motivo se Zack Snyder utilizza spesso Hallelujah nei suoi lavori

Chiunque conosca Zack Snyder non può non aver notato una sua particolare “passione”: l’utilizzo di Hallelujah di Leonard Cohen nei suoi prodotti. Che poi in realtà sono solo due: Watchmen e Justice League (nella sua versione, il nostro articolo qui). Su Watchmen la canzone veniva riprodotta durante una scena di sesso tra Gufo Notturno e Spettro di Seta, con i fan che trovarono la canzone fuori contesto e la scena decisamente pomposa.

In realtà era perfettamente intenzionale: Snyder in origine voleva usare la cover di Hallelujah di Allison Crowe, per poi rimpiazzarla all’ultimo con l’originale di Cohen, visto che a suo dire la versione di Crowe era “troppo bella e romantica” per una scena che nelle sue intenzioni doveva essere “ironica e ridicola”.

Hallelujah sarà poi utilizzata nuovamente nello Snyder Cut di Justice League in uno dei primi trailer, anche qui con qualche riserva dei fan per il medesimo motivo. In realtà Snyder ha spiegato il motivo dietro al suo riutilizzo della canzone di Cohen per JL: Hallelujah era la canzone preferita di sua figlia Autumn, e di conseguenza ha un legame emotivo con tutta la famiglia Snyder.

Il nome di Autumn Snyder è diventato tristemente noto ai fan nel 2017, quando a causa del suo suicidio a soli 20 anni, il regista abbandonò la lavorazione di Justice League per affrontare il lutto e stare accanto alla sua famiglia, composta dalla moglie Deborah (co-produttrice di alcuni dei suoi film) e dai suoi altri 7 figli.

Il resto è storia: l’assenza di Snyder dal progetto consentì cinicamente alla Warner di prenderne le redini, e mettere Joss Whedon al comando per rigirare praticamente tutto, stravolgendo l’opera di Snyder e dando vita a quell’atrocità del primo Justice League (di cui parliamo qui).

Ora Snyder dopo 4 anni ci ha finalmente mostrato il suo vero (e bellissimo) Justice League, e non c’è da stupirsi che abbia voluto dedicare l’intera operazione alla memoria di Autumn (finito il film la dedica alla figlia è la prima cosa che compare) scandita nei titoli di coda propria da Hallelujah, stavolta nella versione di Allison Crowe scartata da Watchmen 13 anni fa, la preferita di sua figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *